Segui Eutelsat Italia

Eutelsat Tv Awards 2016: edizione da sogno

Comunicato stampa   •  nov 26, 2016 17:57 CET

Bilancio positivo per gli Eutelsat TV Awards 2016 all’indomani della cerimonia svoltasi al Palazzo del Ghiaccio di Milano. A tracciarlo il presidente della giuria internazionale, Duilio Giammaria. “Ancora una volta – afferma il giornalista Rai – si è evidenziato che dietro l’industria del broadcast c’è una comunità globale a cui Eutelsat da’ voce. Ed è un dialogo molto interessante che ha messo in luce la reputazione guadagnata dal premio in questi anni non solo in Europa, ma anche nel resto del mondo”.

Nove i riconoscimenti distribuiti durante l’evento giunto alla sua diciannovesima edizione. Particolarmente calorosa la partecipazione del team di 2STV, emittente del Senegal che ha conquistato il People’s Choice Award.

Sul fronte italiano, soddisfazione per la vittoria di Sky Arte HD nella categoria Cultura/Documentari. Per il direttore, Roberto Pisoni, “si tratta di un importante riconoscimento al lavoro del canale nel promuovere l’arte in tutte le sue forme: dalla letteratura, al teatro, all’architettura, al design e al fumetto cercando di intercettare un pubblico non solo di giovani o di appassionati, ma anche di semplici curiosi”.

Entusiasmo anche per il riconoscimento, nella categoria Sport, a Rai Sport 1 HD. “È stato un anno faticoso per noi – ha spiegato il vicedirettore Marco Mazzocchi. Il premio conferma che stiamo lavorando bene e nello stesso tempo ci impegna, perché non è che i premi si vincono e poi ci si ferma. Il nostro obiettivo è sempre quello di raggiungere la soddisfazione di tutti quelli che ci seguono”.

Sulla serata è intervenuto l’amministratore delegato di Eutelsat Italia, Renato Farina. “Abbiamo premiato canali provenienti da tutto il mondo nel quadro di una manifestazione che rappresenta una straordinaria opportunità per incontrare i nostri partner e confrontarci sulle sfide all’orizzonte. Un tassello fondamentale per la missione di Eutelsat che è quella è di supportare i broadcaster per incrementare la qualità tecnica dell’offerta televisiva”.

Commenti (0)

Aggiungi commento

Commento