Segui Eutelsat Italia

​Paolo Nespoli: in viaggio nell’universo tra sogno e sguardo da bambino

Post   •   lug 27, 2017 15:31 CEST

Siamo alla terza missione spaziale di Paolo Nespoli. E in questi giorni ci si interroga molto sull’importanza di questa impresa. Si parla soprattutto del valore scientifico, ricordando i numerosissimi esperimenti che gli astronauti hanno in programma di compiere sfruttando l’assenza di gravità. Il campo di applicazione è essenzialmente quello medico e a terra gli scienziati seguiranno attentamente l’esito di questi test. Di certo servirà del tempo prima di vedere degli effetti concreti sulle nostre vite, ma l’obiettivo della missione è di allargare gli orizzonti della conoscenza umana.

La prospettiva con cui guardare le missioni spaziali è questa: andare oltre il limite. E Paolo Nespoli, con i suoi sessant’anni d’età, ne rappresenta la conferma. A ben vedere, però, non è soltanto una questione anagrafica. C’è anche qualcosa che ha a che fare con la mentalità e la visione personale. Lo abbiamo incontrato diverse volte nell’ambito dei DStv Eutelsat Star Awards, originale competizione condotta da Eutelsat e dalla pay-tv MultiChoice Africa con l’obiettivo di incoraggiare l’interesse e la conoscenza degli studenti africani verso il settore dello spazio e della tecnologia.

Per tre anni consecutivi, Paolo si è impegnato profondamente con noi in questa missione in qualità di presidente della giuria, condividendo la sua eccezionale carriera con gli studenti durante gli incontri previsti nelle scuole nel quadro dell’iniziativa. Ed motivo di grande orgoglio il fatto di aver cooperato con lui e di aver potuto scoprire alcuni suoi punti fermi. Per esempio, ci ha confidato che da bambino sognava di fare l’astronauta. E oggi è pienamente convinto che il motore del mondo sia proprio il sogno unitamente allo sguardo da bambino.

Andare oltre il limite, appunto. Pure quando si parla di tecnologie. Per fare un altro esempio, Paolo ipotizza l’impiego del satellite per la telepresenza o addirittura per il teletrasporto. Fantasie? Vedremo. Di sicuro con una persona del genere è facile fare un tuffo nell’universo delle possibilità in poco più di un minuto. Anche attraverso la videoclip di seguito con la quale il team di Eutelsat augura buon viaggio a Paolo Nespoli.

Commenti (0)

Aggiungi commento

Commento